mercoledì 30 dicembre 2009

5

La "Enne" Dimensione

In questo post "celebrativo", che festeggia non solo la fine dell'anno ma anche i primi sei mesi di vita del blog (grazie ai tanti lettori!), voglio parlare del mio migliore acquisto del 2009, un albo che sono felicissimo di aver trovato e comperato e di cui voglio condividerne il piacere immenso della lettura.

domenica 20 dicembre 2009

28

I Raccontastorie e C'era Una Volta





Quando si ricomincia a respirare l'atmosfera del Natale, con fuori la neve e le luci, e dentro il profumo caldo delle cose che cuociono nel camino, mi ritornano in mente i miei Raccontastorie e i C'era Una Volta, le bellissime audiofiabe degli anni '80, quelle di quando ero bambino.

lunedì 14 dicembre 2009

3

[RUBRICA] Le inesattezze della Guida di Bono (5a puntata)



Stavolta segnaliamo alcune raccolte anni '50-60 di fumetti umoristici, in parte avvistate su ebay in parte scovate da aumaldo (che come sempre ringrazio). Ne approfitto anche per "rievocare" un paio di testate umoristiche molto interessanti.

giovedì 10 dicembre 2009

2

Pecos Bill e il peso della verità

Se mi chiedessero di quante e quali serie si compone la collezione completa di Pecos Bill sarei costretto a rispondere che non è così che vanno suddivise le sue avventure. Non proporrei una classificazione cronologica. Direi invece che, come per il Vangelo, si può parlare di testi canonici e testi apocrifi.

domenica 6 dicembre 2009

0

Il Mitico Eroe del Texas. Un requiem (o forse due)


Chi crede che Pecos Bill sia solo uno dei tanti personaggi del West è decisamente fuori strada. E' molto di più. E' un'icona, incarna un vero e proprio esempio di umanità, una concezione di vita. La sua grandezza è nella sua essenza: egli è un eroe pacifico, incruento. Non risolve mai le questioni con la pistola o il fucile, non uccide mai. Usa solo i cazzotti e il suo lazo, ma solo se serve, e quasi con dispiacere. Naturalmente poi i cattivi muoiono o sono duramente puniti, ma non per mano sua: è la giustizia superiore, l'Ineluttabilità Riparatrice dell'Universo che mette le cose a posto, dimostrando che la cattiveria e la violenza nulla possono contro la mitezza e la bontà d'animo. Dimostrando persino che la giustizia tradizionale, ottenuta con la violenza e l'aggressività (come quella di Tex o di ogni altro eroe), non può essere altrettanto totale, totalizzante e in sintonia con il tutto.

mercoledì 2 dicembre 2009

0

I redazionali di Mario Sbattella (3)

Terza e penultima puntata di questa mini-rubrichetta. Per chi se le fosse perse, le prime due sono qui e qui. Anche stavolta, una rapida digressione sugli altri lavori di Sbattella prima di andare avanti con l'elenco dei suoi personaggi d'appendice.

sabato 28 novembre 2009

5

Le ristampe anastatiche dei fumetti erotici

Da qualche anno si trovano in vendita diverse ristampe anastatiche dei fumetti erotici anni '70 delle case editrici Edifumetto, Geis et similia. La cosa è limitata ad alcuni n.1 di poche testate, e a pochi altri albi particolari. Anche perché, in effetti, non può esserci l'interesse economico a ristampare un'intera serie di facile reperibilità.

mercoledì 25 novembre 2009

1

[RUBRICA] Le inesattezze della Guida di Bono (4a Puntata)

Visto che nei giorni scorsi abbiamo trattato anche un po' l'argomento dei fumetti di guerra Bianconi questa puntata della Rubrica sarà dedicata proprio a loro. L'enorme quantità di inesattezze che compaiono sulla Guida di Bono relativamente ad essi e ai fumetti di carattere bellico di altri editori, la dice lunga sull'interesse che oggi questo filone sta riscuotendo tra i collezionisti. Eppure negli anni '60 e '70 aveva la sua più che dignitosa fetta di mercato e, come abbiamo in parte visto, rappresentava un business non indifferente che coinvolgeva tutti i migliori artisti non solo italiani, ma anche inglesi, spagnoli e sudamericani.

domenica 22 novembre 2009

2

[DIARIO] Un risveglio fumettistico con Casabianca

Stamattina, molto di buon'ora (non avevo neanche preso il caffè), mi è squillato il telefono e la sorpresa e il piacere sono stati immensi quando ho sentito che dall'altra parte del filo c'era Annibale Casabianca, storico disegnatore romano (classe 1929) che tanto ha dato al fumetto italiano del dopoguerra.

mercoledì 18 novembre 2009

0

La codificazione legale del capolavoro

Com'è noto, per visitare l'intero Louvre ci vogliono ore e ore. Però per fortuna ci sono le indicazioni che portano direttamente alla Gioconda. Dopo aver respirato l'aria così squisitamente artistica della stanza della Monna Lisa, il visitatore può senza indugio uscire dal Museo con la certezza di aver visto almeno la cosa più importante, e di aver sfruttato al meglio il tempo a sua disposizione. Tanto, in realtà, non avrebbe neanche riconosciuto il 98% delle altre opere e, proprio per questo, non sarebbe stato in grado di apprezzarle.

domenica 15 novembre 2009

0

Ancora Fleetway... la Super Library (parte 2 di 2)

I 4 Commandos
(Maddock's Marauders)


Una serie bellissima, tra le mie preferite del filone bellico, che parla di 4 soldati di diversa nazionalità che dopo essersi conosciuti sul campo di battaglia diventano compagni inseparabili. I personaggi sono cliché, è chiaro, un po' tipo l'A-Team del telefilm, ma ben caratterizzati.

giovedì 12 novembre 2009

0

Ancora Fleetway... la Super Library (parte 1 di 2)

A suo tempo aprii una discussione sul forum di Collezioneggio riguardante una collana inglese intitolata Fleetway Super Library e ne venne fuori una chiacchierata molto interessante. Ora è passato qualche mese e ho reperito alcune nuove informazioni ma alcuni punti della questione rimangono ancora abbastanza oscuri. Chissà se qualche lettore del blog saprà dirci qualcosa in più o dipanare i dubbi che via via presenterò. Purtroppo il formato del blog non si presta molto bene ad analisi un pò più approfondite, per cui sono costretto a dividere il post in due parti, la seconda delle quali la pubblicherò tra due o tre giorni (il tempo di scriverla nei momenti liberi).

sabato 7 novembre 2009

0

Fleetway Publications

Ho una strana fissazione per questa casa editrice inglese che, specialmente negli anni '50 e '60 pubblicò moltissimo materiale di provenienza italiana. La Fleetway (che fino agli anni '40 si chiamava Amalgamated Press, e dopo i '60 entrò nel gruppo editoriale IPC) commissionava infatti i propri lavori ad alcuni studi esterni, non solo inglesi ma anche stranieri: italiani, spagnoli e sudamericani in primo luogo. All'epoca c'erano diversi studi in attività in Italia come lo studio Creazioni D'Ami di Milano, lo Studio Giolitti di Roma, lo Studio Rosi di Roma. Queste agenzie editoriali distribuivano i lavori a loro commissionati al proprio staff di disegnatori, i quali molto spesso producevano i fumetti in forma anonima, come era consuetudine all'epoca, lasciando allo studio i diritti di sfruttamento.

martedì 3 novembre 2009

0

I redazionali di Mario Sbattella (2)

Prima di continuare con l'elenco dei suoi personaggi d'appendice, faccio una breve deviazione per mostrare alcune tavole di una delle due uniche storie di Sbattella con personaggi Disney. Non che la cosa sia importantissima in sé dato che la collaborazione con Mondadori durò molto poco, ma secondo me sono carine anche se Sbattella stesso ci informa che smise di lavorare per Topolino perché "erano arrivati disegnatori molto più bravi e non mi ritenevano adatto" (Ink n.46, Menhir Edizioni, Aprile 2008).

venerdì 30 ottobre 2009

0

[RUBRICA] Le inesattezze della Guida di Bono (3a Puntata)

Tra le vecchie e nuove scoperte che ho fatto e le segnalazioni che ho ricevuto ne ho a sufficienza per diverse puntate della rubrica.

Comincio con una correzione della correzione! Nella puntata precedente avevamo parlato di Tele Story - Atlas Ufo Robot (Edizioni Flash 1978) e un anonimo commentatore (che ringrazio) ha segnalato che la serie si compone di 42 numeri e non 41 come scritto nella Guida. Ho trovato in rete un'immagine dal sito www.goldrake.info, cosa che dimostra fra l'altro che gli appassionati del genere lo sapevano già da tempo:

mercoledì 28 ottobre 2009

0

[RUBRICA] Consigli pratici per collezionare fumetti "neri" (5a Puntata)

Fumetti di resa. Inserirli nella collezione?

Chi legge questo blog dovrebbe sapere cosa significa fumetto di busta o di resa. Se non lo sapete, sul sito di Collezioneggio c'è un articolo scritto da me che lo spiega nel dettaglio. Qui parlerò di quel che ne penso io relativamente ai fumetti neri.

venerdì 23 ottobre 2009

2

I Samurai

Un filone che conosco molto poco e che non ebbe un grande successo di pubblico è stato quello dei fumetti sulle arti marziali, una delle tante mode passeggere degli anni '70 partorite dal cinema e dalla televisione. Il titolo più noto è senz'altro Shang Chi Maestro del Kung Fu, il fumetto della Marvel che venne pubblicato in Italia dall'Editoriale Corno nel 1975, cioè un paio di anni dopo la sua prima apparizione negli Stati Uniti (e del quale è previsto un film per il 2012).

venerdì 16 ottobre 2009

1

Piccola Cronologia Il Ponte/Bianconi 1952-1962

Contagiato dal mio interesse per i fumetti Il Ponte/Bianconi, il mio amico Aumaldo mi ha inviato una utile cronologia delle pubblicazioni dell'editore, da lui compilata sulla base della Guida al Fumetto Italiano e delle sue personali conoscenze e scoperte. Col suo permesso, la rendo pubblica. La cronologia si ferma al 1962, e sono state omesse molte raccolte, che tra l'altro è un campo di indagine ancora ricco di molte possibili scoperte. Ad esempio, da sottolineare che la 1a Serie di Super Soldino arriva fino al n.12 e non fino al 4 come indicato nella Guida.

martedì 13 ottobre 2009

0

I redazionali di Mario Sbattella (1)

Il nome del disegnatore Mario Sbattella è inscindibilmente legato a quello di Renato Bianconi, l'editore che, a partire dai primi anni '50 e fino alla sua morte (e oltre!) avvenuta nel 1993 ha pubblicato decine e decine di testate diventando uno dei più prolifici editori nel panorama fumettistico italiano di tutti i tempi (e, sia detto en-passant, il mio preferito).

lunedì 5 ottobre 2009

2

[RUBRICA] Le inesattezze della Guida di Bono (2a puntata)

Rimanendo ancora un pò in tema di blisteratura, oltre ai gadget di Braccobaldo che la guida non menziona nemmeno, mi è capitato spesso di vedere che anche per altre testate ci sono incompletezze nella catalogazione degli allegati.

Una di queste è Tele Story - Atlas Ufo Robot, pubblicazione delle Edizioni Flash del 1978/82, composta da 41 numeri, che presenta le avventure (disegnate in Italia) del celebre robot che all'epoca spopolava in televisione (che ricordi!).

venerdì 2 ottobre 2009

2

Gli Antenati nelle mie collezioni, ovvero: Blisteromania irrefrenabilis

Si tratta di una malattia seria, credetemi: ha colpito anche me, fortunatamente in maniera lieve. Checché se ne dica, per vivere meglio un pò di moda e conformismo sono sempre necessari.

La ricerca dell'albo incellofanato è una delle più importanti e vistose tendenze del collezionismo di fumetti degli ultimi anni. I miei sentimenti nei confronti di questo fenomeno sono contrastanti, non starò qui a parlarne adesso: se avete un pò di pazienza, il prossimo anno potrete leggere quello che ne penso in un articolo che verrà pubblicato su Il Fumetto (Anafi).

lunedì 28 settembre 2009

0

[DIARIO] Detersivi e portfoli

Nuova rubrica. Il Diario sarà lo spazio per raccontare qualcosa che mi è successo o che ho fatto di recente, come scusa per parlare in un modo o nell'altro di fumetti.

Oggi parlo di Sabato scorso, una giornata colorata. Dopo pranzo ho accompagnato mia sorella in un nuovo supermercato di prodotti per la casa. Distese di scaffali da far girare la testa, detersivi, prodotti per pulire, olii e cere varie, detergenti, schiume. Tanti colori. Migliaia di litri di acqua che inquineremo.

venerdì 25 settembre 2009

1

Il Popeye di Segar: spunti per un'indagine.

Con la pubblicazione dei volumi della Planeta-De Agostini del Popeye di Segar avremo finalmente un'edizione completa e non dispersiva di tutte le striscie giornaliere e le tavole domenicali del marinaio. Attualmente la serie è arrivata al n.2, mentre negli Stati Uniti, da dove l'iniziativa è partita grazie all'editore Fantagraphics, siamo al 4. In totale saranno 6 volumoni di ottima fattura, belli dentro e fuori. Non ci serve altro.

venerdì 18 settembre 2009

0

(Un assaggio di) Bernie Wrightson illustratore

Scanner riparato (e non ricomprato), il blog può ripartire con frequenza meno dilatata.

Scrivendo il post sui mostri mi è tornato in mente che nella mia lista dei desideri c'è, da tempo immemorabile, il Frankenstein di Mary Shelley illustrato da Bernie Wrightson.




Credo che molti appassionati di fumetti siano a conoscenza di questa edizione, di una bellezza davvero rara. In rete si trovano moltissime immagini che riproducono le circa 50 illustrazioni del libro.

domenica 6 settembre 2009

0

[RUBRICA] Consigli pratici per collezionare fumetti "neri" (4a puntata)

Il blog è in rallentamento perchè mi si è rotto lo scanner e sto aspettando per vedere se si può riparare senza doverne comprare uno nuovo (maledetto consumismo: mi sa che spendo meno a farmelo nuovo, ma la cosa mi scoccia un bel pò). Per cui devo saltare per il momento dei post che ho in bozza e proseguo con la rubrica sui fumetti neri, che ancora per questa puntata non ha bisogno di immagini. Parleremo oggi delle strategie generali per l'acquisto di fumetti neri "minori".

mercoledì 26 agosto 2009

0

Sesso con i Mostri




I fumetti erotici degli anni '70 sono spesso assai bizzarri. Ma quelli più bizzarri di tutti, secondo me, sono quelli dove "l'eroe" è una creatura mostruosa che compie le sue imprese ero(t)iche a dispetto (o per certi versi, per merito...) della sua deformità. Gli esempi che si possono fare sono davvero tanti. Tra i "classici" posso citare Wallestein il Mostro (ed. Segi 1972), e tra i miei preferiti Frankenstein (Ed. del Vascello, poi Edifumetto, 1976).

sabato 22 agosto 2009

2

Elogio dell'imperfezione

Un pò di tempo fa ho fatto una chiacchierata con mio zio, appassionato di libri antichi, e abbiamo parlato dello stato di conservazione dei nostri oggetti di carta. Pur convenendo che l'imperfezione sia in genere un danno estetico, abbiamo ragionato sul fatto che ci sono delle imperfezioni molto più interessanti di altre, per esempio quelle che ci dicono qualcosa sulla storia del libro o del fumetto in esame, o sui loro vecchi proprietari.

martedì 18 agosto 2009

2

[RUBRICA] Consigli pratici per collezionare fumetti "neri" (3a puntata)

Oggi parleremo di come impostare una collezione, tenendo in considerazione i limiti dettati dall'aspetto economico e dalla rarità degli albi. Come ho detto la scorsa volta, le strategie da utilizzare se si colleziona una delle tre serie principali o qualche serie minore sono diverse. In questa puntata parleremo delle strategie generali per l'acquisto di Diabolik, Kriminal o Satanik.

venerdì 14 agosto 2009

4

Eureka Graphic Novel

Concludiamo il discorso iniziato un mesetto fa su questa serie di 3 numeri ricca di curiosità, pubblicata dalla Max Bunker Press tra il 1992 e il 1994. Nel post "Le ristampe di lusso di Dennis Cobb" abbiamo parlato del n. 2 della serie, una riproposta dei primi due episodi dell'Agente SS018, che poi ebbe un seguito indipendente nei mesi successivi.

domenica 9 agosto 2009

3

Frank Verola

L'altro giorno mi divertivo a leggere alcune biografie di disegnatori nella Lambiek Comiclopedia quando mi sono accorto con sorpresa che Frank Verola non compare. Allora ho fatto qualche ricerca su Google, ma a parte qualche breve accenno non ho trovato molte informazioni utili. Non c'è nessuna biografia in giro per la rete. Le uniche cose interessanti che ho scovato sono state un riferimento ad un'intervista fatta dallo staff di Ink nel 2004 (che mi dovrò procurare) e il sito personale di un bravo pittore che si chiama Francesco Verola e che *potrebbe* essere il nostro uomo (secondo me è lui), benché non ci sia alcun accenno ai fumetti nella pagina della sua biografia.

giovedì 6 agosto 2009

3

Desperados

Tra le figure del vecchio West poche sono al contempo terribili e affascinanti come quella del desperado. Il desperado è colui che non ha niente da perdere. Non ha una casa, viaggia tra le praterie selvagge e nei saloon dei paeselli che incontra con obiettivi che sono solo nel suo cuore. Uccide senza troppi scrupoli, ma non è per forza un "cattivo". E' un reietto, che tenta di sopravvivere in un ambiente violento dove sono la forza e il sopruso, più che la giustizia, a dettare legge. E' un uomo dal passato inconfessabile, che vive con i suoi princìpi e null'altro, in un mondo che ha dimenticato cosa sono i princìpi. E' un uomo per cui il futuro è una parola senza senso.

venerdì 31 luglio 2009

0

[RUBRICA] Le inesattezze della Guida di Bono (1a puntata)

In questi giorni estivi inauguriamo qualcosa di più leggero.

Con questa rubrica andrò a segnalare, piano piano (quando mi ricorderò delle scoperte che ho fatto) tutte le inesattezze che ho riscontrato nella monumentale Guida al Fumetto Italiano (II ediz.) a cura di Gianni Bono, pubblicata da Epierre nel 2002. La guida rappresenta la più dettagliata opera di catalogazione dei fumetti pubblicati in Italia dagli esordi al 2001 ed è un riferimento prezioso per tutti i collezionisti.

venerdì 24 luglio 2009

2

[RUBRICA] Consigli pratici per collezionare fumetti "neri" (2a puntata)

In questa seconda puntata inizieremo a parlare del limite da da dare alla propria collezione di fumetti neri. Poiché lo spazio di un post è quello che è, questa puntata potrà solo essere un'introduzione alla questione.

Abbiamo già detto precedentemente che il fumetto nero inizia nel 1962 con Diabolik e si consuma definitivamente (per mutarsi in altre cose) intorno al 1969. Ma naturalmente non tutto quello che è stato pubblicato in quest'arco di tempo appartiene alla categoria anzi, la produzione nera è solo una piccola parte dell'immenso panorama fumettistico che esisteva all'epoca.

domenica 19 luglio 2009

0

Momenti irrefrenabili di Fantascienza

Certe volte ti prende quella voglia strana di leggerti qualcosa di anormale, di fantastico, di non-convenzionale. La fantascienza riesce sempre a soddisfare questa necessità. Quello che mi ha sempre colpito dei racconti fantascientifici è che non importa quanto vecchi e datati siano ma, se dietro c'è una bella storia, riescono sempre a tenerti incollato alle pagine nell'attesa di vedere quali meraviglie stanno per accadere.
Non sono mai stato un fan di film come 2001 Odissea nello spazio, troppo cervellotici e per nulla divertenti. Ho sempre amato invece quelli dove è la fantasia a prevalere (anche quando consumata, quando è sempre "la solita minestra riscaldata"). Da Guerre Stellari al Pianeta delle Scimmie e fino a L'invasione dei ragni giganti, questi sono i film che mi piacciono.

martedì 14 luglio 2009

0

[RUBRICA] Consigli pratici per collezionare fumetti "neri" (1a puntata)

Con questo post voglio inaugurare la prima rubrica del blog. Accanto agli articoletti estemporanei su questo o su quello, mi piacerebbe infatti portare avanti con continuità determinati argomenti. Questa rubrica parlerà delle mie esperienze di collezionismo di fumetti "neri". Più avanti aprirò altre rubriche su altri argomenti di mio interesse, sperando che possano essere interessanti anche per qualcun altro.

sabato 11 luglio 2009

0

Mi definisca "fumetto"

C'era una volta, tanto tempo fa, una diatriba tra i critici sulle origini del fumetto. In realtà il problema era mal posto perché è evidente che per chiarire l'origine di qualcosa bisogna, come primo passo, darne una definizione condivisa. In passato ciascuno proponeva (o sottintendeva) la sua definizione di "fumetto" e il discorso che poi elaborava aveva una perfetta coerenza interna. Un dialogo tra sordi in cui tutti avevano ragione. Oggi la situazione non è tanto cambiata, ma mi sto rendendo conto che, come spesso accade, non è la disputa teorica a indicare la via giusta quanto l'evoluzione stessa del mondo.

mercoledì 8 luglio 2009

0

Meglio di Diabolik

Ancora una chicca semi-sconosciuta. Ci sarà tempo di parlare di fumetti noti. E poi tutti ne parlano per cui o dici qualcosa di interessante oppure è meglio se stai zitto. Tanto, le cose normali sono state già scritte, e basta Google. Le cose poco note, invece, hanno il pregio di fornire informazioni interessanti anche senza entrare troppo in profondità.


Dunque, nel 1990 avevo 12 anni. Ero cresciuto con Topolino, il Corriere dei Piccoli (ma ormai li avevo abbandonati da tempo), Braccio di Ferro, Geppo, e da qualche anno leggevo anche Mister No e Martin Mystere - e Tex, che lo comprava il mio papà ma a me non piaceva tanto. La moda di Dylan Dog stava arrivando, ma a me non mi aveva ancora raggiunto. Un bel giorno d'estate, poco prima di partire per il mare, vado col mio papà in edicola per fare scorta di letture da spiaggia. Tra gli albi esposti mi colpì il n.1 di un fumetto che si chiamava Jolly ed era intitolato L'inafferrabile. In copertina c'erano una bella bionda e un uomo con una strana maschera che abbracciava la donna, stringendo fra le mani una collana splendente. Il formato era quello che poi avrei imparato a chiamare "libretto", ma all'epoca non facevo tanto caso a queste cose. Lo presi.

domenica 5 luglio 2009

3

Considerazioni sull'automobile

Dall'8 Maggio, e fino al 20 Settembre, si sta svolgendo a Stavelot (vicino a Bruxelles), in un principesco palazzo, una mostra sulle "Automobili dei Fumetti" con modelli reali ispirati alle automobili più note dei personaggi del fumetto franco-belga (Michel Vaillant, TinTin ecc). Manifestazioni che ci fanno sbavare d'invidia.



Non credo di poterci andare, ma ne approfitto comunque per fare una breve considerazione.

venerdì 3 luglio 2009

1

Le ristampe di lusso di Dennis Cobb

Esempio di pazzia collezionistica. Nel 1992 la Max Bunker Press iniziò la pubblicazione in edicola di una collana dal titolo Eureka Graphic Novel, in grande formato (21x30 cm) e carta patinata. Il secondo numero di questa collana (che ebbe vita breve, solo 3 numeri - degli altri parleremo in futuro) riproponeva le prime due storie di Dennis Cobb Agente SS018, forse il più noto Agente Segreto made in Italy, nato nel 1965 dall'estro creativo della coppia d'oro Magnus & Bunker .

mercoledì 1 luglio 2009

1

Chico - l'alter ego

Non posso far altro che iniziare presentando il mio alter-ego fumettistico: Chico, un personaggio che non solo si chiama come me, ma che è proprio come me e ha anche un cane uguale al mio (ma loro si chiamano in maniera diversa).
Related Posts with Thumbnails