giovedì 12 novembre 2009

0

Ancora Fleetway... la Super Library (parte 1 di 2)

A suo tempo aprii una discussione sul forum di Collezioneggio riguardante una collana inglese intitolata Fleetway Super Library e ne venne fuori una chiacchierata molto interessante. Ora è passato qualche mese e ho reperito alcune nuove informazioni ma alcuni punti della questione rimangono ancora abbastanza oscuri. Chissà se qualche lettore del blog saprà dirci qualcosa in più o dipanare i dubbi che via via presenterò. Purtroppo il formato del blog non si presta molto bene ad analisi un pò più approfondite, per cui sono costretto a dividere il post in due parti, la seconda delle quali la pubblicherò tra due o tre giorni (il tempo di scriverla nei momenti liberi).



Ecco il punto della situazione. Nel Gennaio del 1967 in Gran Bretagna partì questa nuova collana formata da tre serie che procedevano parallelamente: la Fantastic Series (dal terzo numero ribattezzata Stupendous) la Secret Agent Series e la Frontline Series. Ciascuna di queste serie pubblicava due personaggi diversi, che uscivano a numeri alternati. I personaggi erano:

serie Secret Agent: Johnny Nero (numeri dispari) e Barracuda (numeri pari). Genere spionistico.


serie Fantastic/Stupendous: The Steel Claw (numeri dispari) e The Spider (numeri pari). Genere supereroistico.





serie Front Line: Maddock's Marauders (numeri dispari) e Ironside (numeri pari). Genere bellico.



Tutte e tre le serie cessarono le pubblicazioni col numero 26 (quindi uscirono 13 numeri per personaggio). The Spider, The Steel Claw e Barracuda erano personaggi già noti al pubblico inglese, essendo stati pubblicati già da qualche anno su riviste oggi storiche come Lion. Gli altri erano nuovi.

Questa serie è, rispetto alle altre della Fleetway, di gran lunga la più interessante per noi italiani e non solo perché tutte le storie vennero affidate agli studi italiani (Studio Rosi, Creazioni D'Ami ecc.) ma anche perché gli albi vennero proprio stampati in Italia! In pratica in Italia arrivarono le sceneggiature e ripartì il prodotto finito, pronto per essere venduto nelle edicole inglesi. La stampa venne fatta a Milano con le macchine della Gibiemme, la tipografia di proprietà di Renato Bianconi, che oltre a produrre i suoi fumetti stampava spesso anche per conto terzi. Sarebbe interessante reperire informazioni circa gli accordi Fleetway-Bianconi.

I personaggi vennero anche pubblicati in Italia, e gli editori Bianconi e Meroni si spartirono i personaggi (e la stampa fu sempre affidata alla Gibiemme, anche per le edizioni Meroni).

Johnny Nero

Ex agente della C.I.A. a cui viene chiesto aiuto per le missioni più delicate in giro per il mondo. Ha il volto di Marcello Mastroianni. I disegni sono, se non vado errato, dello studio Creazioni D'Ami, poiché tra gli autori figurano Antonio Sciotti, Paolo Montecchi e Leone Frollo.

Dis. Leone Frollo


Inizialmente il personaggio iniziò a pubblicarlo Meroni che ne fece uscire 4 numeri dal settembre al dicembre del 1967, in una testata che riprendeva sia il nome che l'impostazione grafica originale, compreso il disegno in copertina.


Poi l'anno successivo Bianconi pubblicò i restanti 9 numeri completando il ciclo delle 13 uscite dell'edizione originale (a meno che non abbia ristampato qualcuna delle storie Meroni, cosa che sarebbe da verificare, ma non credo). Il personaggio venne ribattezzato Jaguar. Anche in questo caso le copertine sono le stesse dell'edizione inglese.


Collana "Il Mio Romanzo" (Barracuda e Ironside)

Collana pubblicata da Meroni che riprende oltre alla grafica anche l'impostazione della serie originale inglese, infatti inizia a pubblicare nel Giugno 1967 due personaggi a numeri alternati. Nei numeri pari presenta Barracuda, un Agente Segreto che combatte contro un'associazione criminale denominata WAM (War Against Mankind), in quelli dispari Gli Invincibili, storie di guerra con protagonista il Sergente Cuordiferro, che penso sia proprio Ironside.



La serie durò in totale 100 numeri (o 99?), ma soltanto nei primi ci sono le storie della Fleetway Super Library. La serie di Barracuda venne interrotta al n.12, dopo sole 6 uscite, quindi le altre 7 storie dovrebbero essere inedite in Italia. Al posto di Barracuda, dal n.14, partì la serie Ali Invincibili che pubblicò storie di guerra della Fleetway che non hanno a che fare con la collana che ci interessa. Gli Invincibili proseguì fino al n.99 per tutti i numeri dispari, e non so quante storie di Cuordiferro ci siano, ma credo tutte e 13. I disegni sono sempre dello Studio D'Ami, e un paio le disegnò Gino D'Antonio.

Dis. Gino D'Antonio (mi sembra...)


E' quindi leggermente inesatta la dicitura nella Guida di Bono che afferma che la collana pubblicò materiale ristampato dalla Collana Eroica: almeno per i primi numeri le storie erano inedite. So comunque che successivamente nella Super Eroica apparvero storie di Ironside (mantenuto col nome originale), ad esempio nel n.417, ma credo che tali storie provengano dalla Battle Picture Library, dove il personaggio proseguì le sue avventure fino al 1975.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails