sabato 28 novembre 2009

5

Le ristampe anastatiche dei fumetti erotici

Da qualche anno si trovano in vendita diverse ristampe anastatiche dei fumetti erotici anni '70 delle case editrici Edifumetto, Geis et similia. La cosa è limitata ad alcuni n.1 di poche testate, e a pochi altri albi particolari. Anche perché, in effetti, non può esserci l'interesse economico a ristampare un'intera serie di facile reperibilità.

mercoledì 25 novembre 2009

1

[RUBRICA] Le inesattezze della Guida di Bono (4a Puntata)

Visto che nei giorni scorsi abbiamo trattato anche un po' l'argomento dei fumetti di guerra Bianconi questa puntata della Rubrica sarà dedicata proprio a loro. L'enorme quantità di inesattezze che compaiono sulla Guida di Bono relativamente ad essi e ai fumetti di carattere bellico di altri editori, la dice lunga sull'interesse che oggi questo filone sta riscuotendo tra i collezionisti. Eppure negli anni '60 e '70 aveva la sua più che dignitosa fetta di mercato e, come abbiamo in parte visto, rappresentava un business non indifferente che coinvolgeva tutti i migliori artisti non solo italiani, ma anche inglesi, spagnoli e sudamericani.

domenica 22 novembre 2009

2

[DIARIO] Un risveglio fumettistico con Casabianca

Stamattina, molto di buon'ora (non avevo neanche preso il caffè), mi è squillato il telefono e la sorpresa e il piacere sono stati immensi quando ho sentito che dall'altra parte del filo c'era Annibale Casabianca, storico disegnatore romano (classe 1929) che tanto ha dato al fumetto italiano del dopoguerra.

mercoledì 18 novembre 2009

0

La codificazione legale del capolavoro

Com'è noto, per visitare l'intero Louvre ci vogliono ore e ore. Però per fortuna ci sono le indicazioni che portano direttamente alla Gioconda. Dopo aver respirato l'aria così squisitamente artistica della stanza della Monna Lisa, il visitatore può senza indugio uscire dal Museo con la certezza di aver visto almeno la cosa più importante, e di aver sfruttato al meglio il tempo a sua disposizione. Tanto, in realtà, non avrebbe neanche riconosciuto il 98% delle altre opere e, proprio per questo, non sarebbe stato in grado di apprezzarle.

domenica 15 novembre 2009

0

Ancora Fleetway... la Super Library (parte 2 di 2)

I 4 Commandos
(Maddock's Marauders)


Una serie bellissima, tra le mie preferite del filone bellico, che parla di 4 soldati di diversa nazionalità che dopo essersi conosciuti sul campo di battaglia diventano compagni inseparabili. I personaggi sono cliché, è chiaro, un po' tipo l'A-Team del telefilm, ma ben caratterizzati.

giovedì 12 novembre 2009

0

Ancora Fleetway... la Super Library (parte 1 di 2)

A suo tempo aprii una discussione sul forum di Collezioneggio riguardante una collana inglese intitolata Fleetway Super Library e ne venne fuori una chiacchierata molto interessante. Ora è passato qualche mese e ho reperito alcune nuove informazioni ma alcuni punti della questione rimangono ancora abbastanza oscuri. Chissà se qualche lettore del blog saprà dirci qualcosa in più o dipanare i dubbi che via via presenterò. Purtroppo il formato del blog non si presta molto bene ad analisi un pò più approfondite, per cui sono costretto a dividere il post in due parti, la seconda delle quali la pubblicherò tra due o tre giorni (il tempo di scriverla nei momenti liberi).

sabato 7 novembre 2009

0

Fleetway Publications

Ho una strana fissazione per questa casa editrice inglese che, specialmente negli anni '50 e '60 pubblicò moltissimo materiale di provenienza italiana. La Fleetway (che fino agli anni '40 si chiamava Amalgamated Press, e dopo i '60 entrò nel gruppo editoriale IPC) commissionava infatti i propri lavori ad alcuni studi esterni, non solo inglesi ma anche stranieri: italiani, spagnoli e sudamericani in primo luogo. All'epoca c'erano diversi studi in attività in Italia come lo studio Creazioni D'Ami di Milano, lo Studio Giolitti di Roma, lo Studio Rosi di Roma. Queste agenzie editoriali distribuivano i lavori a loro commissionati al proprio staff di disegnatori, i quali molto spesso producevano i fumetti in forma anonima, come era consuetudine all'epoca, lasciando allo studio i diritti di sfruttamento.

martedì 3 novembre 2009

0

I redazionali di Mario Sbattella (2)

Prima di continuare con l'elenco dei suoi personaggi d'appendice, faccio una breve deviazione per mostrare alcune tavole di una delle due uniche storie di Sbattella con personaggi Disney. Non che la cosa sia importantissima in sé dato che la collaborazione con Mondadori durò molto poco, ma secondo me sono carine anche se Sbattella stesso ci informa che smise di lavorare per Topolino perché "erano arrivati disegnatori molto più bravi e non mi ritenevano adatto" (Ink n.46, Menhir Edizioni, Aprile 2008).

Related Posts with Thumbnails